Sindrome della bocca che brucia

La sindrome della bocca che brucia (BMS) è caratterizzata da dolore  cronico o sensazione di bruciore del cavo orale a carico dei tessuti molli: guance, lingua, palato, labbra e gengive; mentre il pavimento sublinguale e l’orofaringe sono colpiti meno di frequente.

La caratteristica principale è l’assenza di qualsiasi lesione visibile nella mucosa orale del paziente.

L’origine della sindrome è sconosciuta

Date le difficoltà incontrate dai professionisti nel comprendere l’eziologia di questa sindrome, un trattamento adeguato diventa difficile e in letteratura sono disponibili diverse opzioni terapeutiche.

Nel trattamento della sindrome ad oggi, i risultati più confortanti sembrano essere stati ottenuti con trattamenti a base di farmaci antidepressivi e di acido alfa-lipoico.