Disordini cranio mandibolari in età pediatrica

I disordini cranio-mandibolari sono una sindrome dolorosa e disfunzionale  che coinvolge :

  • Articolazione temporo-mandibolare (ATM)
  • Muscoli masticatori

L’articolazione temporo-mandibolare è una delle articolazioni più complesse del nostro corpo: collega la mandibola al cranio e permette di parlare, masticare, deglutire e compiere movimenti mimici.

artciolazione temporo mandibolare

EZIOLOGIA MULTIFATTORIALE

I fattori scatenanti possono avere ruoli diversi:

  • Fattori predisponenti: aumentano il rischio strutturali – posturali
  • Fattori scatenanti: determinano la patologia
  • Traumatici acuti – parafunzioni – modifiche occlusali improvvise
  • Fattori perpetuanti: mantengono nel tempo psico emotivi – posturali

CAUSA

LE CAUSE

Da parafunzioni

  • Digrignamento o serramento dei denti
  • Onicofagia
  • Rosicchiamento penne e matite

Il bruxismo nei bambini è un fenomeno autolimitante, senza sintomi significativi,  non è correlato al bruxismo nell’adulto ed è  presente in circa 20% della popolazione infantile; è però quadruplicato in ultimi tre decenni e circa 37% dei quattordicenni dei paesi occidentali

ha segni di abrasione dello smalto


Da trauma

  • trauma sotto il mento
  • cadute sul coccige
  • colpo di frusta
  • traumi sull’articolazione, come fratture del condilo e della mandibola
  • Precontatti interferenze dentali secondarie

 

Occlusione

Occlusione naturale

Gli studi più recenti non riconoscono una correlazione diretta tra DCM e malocclusione:

  • Solo un 10% di malocclusioni sono correlate a Disordini Cranio Mandibolari
  • Non possiamo discriminare quale disordine occlusale sia più patogeno

Occlusione acquisita (indotta): 0,8% dei pazienti sottoposti a trattamenti ortodontici sviluppano Disordini Cranio Mandibolari

 

Psiche e Stress

  • Ansia
  • Situazioni fisiche e mentali molto stressanti
  • Sindromi da deficit di attenzione e Iperattività (ADHD)
  • Disturbi del comportamento

Si ritiene che l’aspetto psicologico rivesta un ruolo particolarmente significativo nella genesi del dolore, causando uno spasmo a livello dei muscoli masticatori; in questa situazione  si verificano lunghi periodi di contrazione isometrica,  per cui l’irrorazione del muscolo tende a valori minimali con accumulo di acido lattico e conseguente dolore.

psiche e stress 

Tutte queste cause portano ad un SUPER LAVORO MUSCOLARE e SOVRACARICO  ARTICOLARE

Sublussazione

Molto frequente in età pediatrica. È dovuta a lassità ligamentosa : il condilo ha un’escursione ventrale molto ampia con superamento del tubercolo articolare :

  • CLOK (scatto) molto tardivo
  • Deviazione mandibolare transitoria

Dislocazione del disco con riduzione

Dislocazione anteriore con riduzione

Rumore reciproco in apertura e chiusura

 Dislocazione del disco senza riduzione (loking)

Nessun rumore

Nessun rumore

 Artrosi

artrosi

Rumore di sabbia, scrosci. Non è una patologia infantile ma spesso già presente nell’ adolescenza


 

Compressione

compressione posteriore

 

SINTOMATOLOGIA  ATM

  • Rumori causati dall’articolazione quando si apre o si chiude la bocca: click, scrosci, rumori a sabbia
  • Affaticamento durante la masticazione, lo sbadiglio o semplicemente nell’aprire la bocca
  • Limitazione fino al blocco all’ apertura della bocca soprattutto mattutino
  • Dolore all’articolazione, sia a riposo sia durante il suo utilizzo (per esempio mangiando o parlando)
  • Sensazione di rigidità al viso
  • Tensione che parte dal collo fino al capo con difficoltà di movimento
  • Dolore all’orecchio che può irradiarsi al viso
  • Acufeni (fischi alle orecchie)
  • Ipoacusie
  • Vertigini
  • Dolore all’Articolazione Temporo Mandibolare quando si appoggia la testa sul cuscino

 Schermata 2017-05-04 alle 09.41.13

 

ESAME OBIETTIVO

esame obbiettivoATM

  • Apertura limitata ( inferiore a 40 mm )
  • Endefeel positivo
  • Movimenti in lateralità asimmetrici e/o limitati
  • Rumori articolari
  • Dolore alla palpazione

MUSCOLATURA

  • Positività a uno o più test di provocazione statica in lateralità, in protrusiva, in chiusura
  • Dolore alla palpazione neuromuscolare
  • Ricerca di eventuali punti trigger
  • Valutazione della lassità ligamentosa

CAVO ORALE

  • Occlusione
  • Abrasioni
  • Usura
  • Fratture

 

rmn dinamicaESAMI STRUMENTALI

  • Risonanza Magnetica per ATM Dinamica – strutture scheletriche e tessuti molli
  • Radiografia standard
  • Cone beam
  • Stratigrafia ATM – strutture scheletriche


TRATTAMENTO DCM

  • Valutazione della gravità dei sintomi
  • Scelta terapeutica in funzione della collaborazione necessaria del bambino e del genitore
  • Limite di età per esami diagnostici

 

ricattura discoESERCIZI PER ATM

  • esercizio di ricattura del disco
  • esercizio di distrazione articolare

 

Esercizi decontratturanti muscolari

  • allungamento masseteri
  • allungamento pterigoidei laterali
  • allungamento sternocleidomastoidei
  • allungamento trapezi
  • Infiltrazione anestetica
  • strech end spray ( medico)

 

COUNSELING

Esercizio per l’autocontrollo dei bollini colorati. In molti casi il dolore, il mal di testa e gli altri sintomi associati ai disturbi dell’articolazione temporo-mandibolare possono rapidamente migliorare se trattati precocemente. Importante rendere consapevole il paziente che le sue abitudini viziate sono la causa dei suoi dolori e  insegnargli un semplicissimo esercizio per  l’autocontrollo  proponendolo come un gioco divertente..

 

RIEDUCAZIONE FISIOTERAPICA

  • Drenaggio linfatico manuale
  • Massoterapia decontratturante
  • Terapia manuale con varie tecniche di massaggio per risolvere contratture della muscolatura masticatoria mimica e cervicale e disattivare eventuali zone grilletto o trigger points con esercizi e tecniche di recupero funzionale
  • Esercizi finalizzati al recupero della funzione masticatoria eseguiti sotto attento e diretto controllo dello specialista: il paziente impara successivamente a mantenere i risultati raggiunti attraverso esercizi eseguiti a casa autonomamente
  • Rieducazione posturale generale
  • Esercizi di correzione posturale che, associati a una corretta ginnastica respiratoria, accompagnano la rieducazione fisioterapica dell’A.T.M. qualora sia presente un’errata postura

 

CONTROLLO DELLA POSTURA

postura capo

Effetti sulla variazione della postura del capo

postura bacino

Effetti sulla variazione della postura del capo su colonna e bacino

 

 

TERAPIA GNATOLOGICA CON BITE

IL BITE E’UN MEZZO CON CUI UNO GNATOLOGO FA TERAPIA

Il bite in età pediatrica

  1. È un dispositivo non modificabile poiché rigido e senza viti di espansione
  2. Difficile la stabilizzazione delle modifiche
  3. Potrebbe interferire con la crescita del mascellare dove si inserisce

 

Il bite al di sotto degli 11 anni

Solo nei casi gravissimi che presentano:

  • Dolori neuromuscolari
  • Cefalea muscolotensiva grave
  • Dolori associati a rumori articolari
  • Fratture dentali

In caso di inefficacia dell’autocontrollo, degli esercizi fisioterapici e di quelli per la ricattura discale.

 

byteCaratteristiche fondamentali del bite

  • Rigidità
  • Precisione
  • Costruzione su misura
  • Terapia mirata

 

IN GENERALE PER LA FAMIGLIA

Raccomandare il controllo dell’ iperattività, dell’ansia e dello stress attraverso

  • La scelta di discipline motorie simmetriche dove sia ben rappresentata anche l’attività di allungamento muscolare ( ottima la danza , la ginnastica ritmica e a corpo libero, il pilates , lo yoga)
  • Non esagerare con gli impegni
  • Lasciare loro il tempo di annoiarsi
  • Creare momenti di relax e riposo
  • Limitare l’uso di bibite eccitanti
  • Bagno caldo con qualche goccia di olio essenziale d’ arancio o mandarino
  • Controllo e limitazione dello stimolo visivo da strumenti elettronici soprattutto prima di andare a letto